Himeros Project ( IED )

Himheros nasce dall'analisi della diversità che ci contraddistingue. Un laboratorio di idee, un marchio che vuole offrire nuovi occhi e nuove parole per la sessualità. più vera, più ricca e meno stereotipata, guidata  dalla fantasia e affiancata dalla creatività.

Badaboom Chupitos Bar

Badaboom è più di un semplice bar.

Una realtà dove i giovani  possono scoprire i molteplici colori di Milano con i suoi innumerevoli drink, il tutto accompagnato da una realtà giocosa piena di magie.

Lucan's Shoes Milano

Negiozio calzature donna made in Italy. 

 

Taxipet

Servizio trasporto animali in Italia e all'estero.

 

 

Sartoria Milano Su Misura

Servizio di riparazione, confezionamento e su miusira abiti. 

Pet on Wheels

Brand di trasportini moto, bici e auto per animali.

Bike Garage Shop

Negozio online italiano di bici, accessori e abbigliamento

Euramerica Petroleum

Euroamerica Petroleum. Società petrolifera americana attiva nel settore dell'esplorazione e della estrazione di petrolio e gas.

Boxesir

Palestra specializzata in Boxe a Milano

Duets

 

Duets "the brand" which plays with colours and materials combinations to create traditionally cut shirts, yet extremely refined in their exotic patterns.

Romarine Home B&B

Bed and Breakfast a Formentera

Mastro ( fiseoterapia, personal trainer)

Servizi di fiseoterapia, personal training e educazione alimentare.

Malaga Lab

Malaga Lab è uno spazio di coworking artistico e creativo, un open-making lab. Un luogo in cui la collaborazione, sperimentazione e l’interazione dei partecipanti è alla base della nostra filosofia di lab. Uno spazio in cui ritrovarsi attraverso il confronto di idee e stili espressivi, miscelando diverse competenze e saperi, per metterli al servizio di aziende, associazioni e privati, dove si incontrano e interagiscono diverse discipline legate al mondo delle arti visive e del design, che attraverso la fusione di idee appartenenti a mondi creativi paralleli danno vita a nuove forme espressive. Il tutto incentrato sulla condivisione di passioni legate al mondo della creatività, della progettualità e della sperimentazione per dar vita a nuove opportunità di interazione e di conoscenza. Location condivisa con scrivanie e postazioni, angoli conviviali, Factory / Laboratorio di produzione artistico-dinamico, con spazi dedicati alla creazione e istallazione di opere d’arte.

MalagAtelier

MalagAtelier è nato nel 2006 per fissare un giorno in cui tutti gli abitanti di via Malaga potessero incontrarsi ed incontrare.
È l’apertura di via Malaga come un grande Atelier condiviso, non tanto nel senso che gli atelier artistici vengono aperti come luoghi espositivi, bensì come apertura delle relazioni amicali e lavorative che tessono la socialità in questo speciale luogo.
È l’espressione calda della, ormai riconosciuta a livello europeo, creative industry.
Una giornata per parlare della propria attività o delle proprie passioni o semplicemente aprirsi ad incontri con l’offerta di una bevanda.

Così oltre alle esposizioni di opere visive, sculture, quadri, fotografie, video, spesso abbiamo danze, musiche, teatro e molto altro. Chiunque degli abitanti di via Malaga voglia parlare di una sua passione mostrandola potrà farlo, da solo, aiutato da esterni, dai vicini…

MalagAtelier è l’insieme di tante feste private che condividono un unico spirito e che permettono agli ospiti di girare dall’una all’altra.

Valerie Franchi Art

Valerie Franchi nasce a Brescia il 31 agosto del 1989, figlia di un imprenditore Bresciano e una madre francese.

Dopo aver frequentato il liceo artistico si trasferisce a Milano nel 2008 per frequentare l’Istituto Europeo di Design e specializzarsi in grafica. 

“La vita è troppo breve per appassionarsi a una sola cosa”, questa la sua filosofia di vita.

Fedele alle sue idee, Valerie inizia a interessarsi di psicologia, cinema, arte e tutti gli aspetti della comunicazione. 

È un artista indipendente, capace di passare con giocosa disinvoltura dal computer al pennello.

I lavori sono un insieme di tecniche miste: partendo da progetti realizzati con tecniche digitali per arrivare, al pennarello per poi passare agli acrilici, acquarelli, stucchi e infine collage con diversi materiali, collezionati da tutto il mondo (tessuti e oggettistica varia) nei suoi innumerevoli viaggi.

Immagini rozze e infantili, figure stilizzate e immediate si mescolano ad un immaginario legato a un neo espressionismo pop e a un surrealismo essenziale. 

Il mix di colori vivaci e “sparaflescianti” sono un modo di esternare il desiderio di vita e luce in un mondo ormai circondato dal grigio del cemento e delle relazioni. 

I personaggi all’interno delle sue opere sono rappresentate in uno stile figurativo basico, senza volti, per poter permettere allo spettatore di immedesimarsi in quel mondo surrealistico ridotto a forme immaginarie che nell’occhio dell’artista sono realtà.

“Il suo mondo rappresentativo è vasto perché non si pone alcun limite”.

L’elemento dell’occhio é onnipresente nelle sue opere sotto forma di innumerevoli simbologie; racchiude temi come il collegamento biologico tra occhio e cervello (connessione tra realtà e percezione) unita all’innata predisposizione dell’uomo, in quanto animale sociale, a giudicare e sentirsi giudicato.

Le sue illustrazioni, vivaci e colorate, toccano temi e situazioni differenti che rappresentano le diverse ideologie dell’artista:

la sessualità, la dipendenza moderna legata alla tecnologia, la mercificazione del corpo, la religione, la morte, il tempo fino ad arrivare alla sua visione legata alle problematiche attuali.